Elezioni Europee 2019: Salvini ha subito chiarito quali saranno i prossimi passi da fare: ridurre pressione fiscale, accelerare su autonomia e infrastrutture.

“Su autonomia e Tav ora il mandato è chiaro: fare”

Nel Piemonte dove la questione Tav ha diviso il governo giallo-verde il messaggio degli elettori  è chiaro: “andate e fate”.

Matteo Salvini all’indomani delle elezioni europee si presenta alle 11 davanti ai giornalisti per la sua seconda conferenza stampa, la prima questa notte. Ribadisce che il governo va avanti ma detta anche l’agenda dell’Esecutivo a trazione leghista:

“Questo voto italiano e francese permetterà all’Europa di investire ancora più soldi sui grandi opere, come la Tav e altre infrastrutture stradali, portuali e aeroportuali. È un mandato chiaro: andate e fate”.

Questione Tav

L’alta velocità è stata per mesi una dura questione che ha portato al congelamento dei rapporti interni alla maggioranza giallo-verde. Ora la Lega sulla questione Tav vuole chiudere quanto prima la partita imponendo il Sì.

Se la Lega andrà al governo della Regione Piemonte è chiaro che sarà un messaggio a favore della prosecuzione della conclusione delle grandi opere, abbiamo chiesto un voto per il sì”. Così Matteo Salvini parlando a via Bellerio sulla corsa alla poltrona del governatore del Piemonte, con la candidatura di Alberto Cirio per il centrodestra. Un chiaro riferimento all’impegno per la conclusione della Tav Torino-Lione”.

VI RICORDATE QUANDO MATTEO SALVINI ERA ANDATO A VISITARE IL CANTIERE DI CHIAMONTE IN VAL DI SUSA? 

Leggi anche:  Prima seduta del Consiglio Regionale targato Cirio, moltissimi i consiglieri alla prima esperienza

Salvini: “La Tav va completata”. Di Maio: “Meglio la Asti-Cuneo”. Queste erano state le sue parole:

“Ci sono 25 chilometri di tunnel già scavati, se finire la Tav costa lo stesso che buttarla via, allora io sono qui per finirla, piuttosto che riempire dei buchi nella montagna”.

 

LEGGI ANCHE:  Matteo Salvini pensa a un candidato leghista per il Piemonte: Alberto Cirio