Sulla crisi della Mahle oggi giovedì 28 novembre 2019 si scrive un nuovo capitolo a Roma.

Incontro al Ministero

Alle 15, al ministero dello Sviluppo economico a Roma è fissato l’incontro sulla situazione aziendale della multinazionale tedesca che crea apprensione nel territorio cuneese e nella cintura metropolitana torinese visto che oltre a Saluzzo uno stabilimento Mahle è presente anche a La Loggia.

La decisione di chiudere

La  multinazionale tedesca della componentistica del settore auto ha comunicato la decisione di chiudere i due stabilimenti di La Loggia con 240 dipendenti e Saluzzo con 213 dipendent per un torale di con 453 lavoratori. Una delegazione di dipendenti dell’azienda parteciperà a Roma a un presidio davanti al Mise. La  Fiom ha richiesto la convocazione di “un tavolo che possa mettere a disposizione strumenti straordinari per affrontare le singole crisi industriali al fine di favorire la transizione ecologica salvaguardando l’occupazione”.

 

LEGGI ANCHE: Per la Mahle giovedì 28 novembre incontro al Ministero

LEGGI ANCHE: Crisi Mahle: domani sciopero e presidio ma si teme il peggio

Leggi anche:  Hag e Splendid, chiude la fabbrica che produce caffè

LEGGI ANCHE: Mahle, la proprietà conferma la chiusura e i lavoratori tremano

LEGGI ANCHE: Crisi Mahle, Lega: Governo intervenga per salvare stabilimenti di Saluzzo e La Loggia

LEGGI ANCHE: La Mahle chiuderà gli stabilimenti. Dramma per 400 a Saluzzo e La Loggia