La Polizia di Stato arresta 10 persone e ne denuncia 6: derubavano i carichi degli autotrasportatori in sosta notturna.

Polizia novarese arresta 10 persone

La Polizia di Stato di Novara ha sgominato una banda dedita ai furti ai danni degli autotrasportatori in sosta notturna lungo le principali arterie dell’hinterland milanese e dell’Autostrada A4 Torino – Milano.

L’indagine aveva preso il via ad agosto del 2018, in seguito alla denuncia di furto presentata da un autotrasportatore agli uomini della Sottosezione Autostradale di Novara Est, che fermatosi in tarda serata per riposare nella cabina del mezzo pesante, era stato derubato del carico trasportato consistente in capi di abbigliamento, del valore di circa € 70.000.

Le indagini

Le indagini, mirate all’identificazione degli autori del furto, venivano avviate dagli Agenti dell’Unità di Polizia Giudiziaria della Sottosezione Autostradale Novara Est, congiuntamente con le Squadre di P.G. della Sezione Polizia Stradale di Novara e del Compartimento Polizia Stradale di Milano.

Gli arresti

Complessivamente sono state tratte in arresto, in flagranza di reato, 10 persone delle quali alcune, in seguito alle convalide degli arresti, sono state tradotte direttamente in carcere ed altre sono state sottoposte al regime degli arresti domiciliari; inoltre, sono state deferite in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Milano altre 6 persone ritenute responsabili degli stessi reati, relativamente alla commissione di una serie di furti e di tentati furti aggravati, in concorso, ai danni degli autotrasportatori durante la sosta notturna, sia
sulla rete autostradale che ordinaria.

Leggi anche:  A Bra aumentano i pattugliamenti serali

Tutti i soggetti arrestati e denunciati sono risultati essere originari dell’Est Europa; la maggior parte di essi risultavano essere senza fissa dimora, mentre gli altri dimoravano tra le Province di Milano e Novara.

Con gli arresti ed i sequestri di 7 veicoli da essi utilizzati per commettere i reati, gli operatori della Polizia Stradale hanno messo un freno alla recrudescenza del fenomeno sul tratto di competenza dell’autostrada A/4 e delle Tangenziali di Milano.