Il maltempo  ieri giovedì 5 settembre 2019 ha bloccato le ricerche del disperso a Paesana. All’alba le squadre impegnate nel passare al setaccio la zona hanno ripreso l’attività.

Di Renato Beitone, 65enne, non si hanno più tracce dal pomeriggio di mercoledì 4 settembre 2019, e risulta disperso sulle alture di Paesana, in località Santa Lucia della Vardetta.

Attorno alla baita il centro delle operazioni

Sono la baita dello scomparso e la zona limitrofa ad essere centro delle operazioni di ricerca da parte di volontari, Vigili del fuoco, Carabinieri, Guardia di Finanza, Protezione Civile e Croce Rossa.

Nebbia, pioggia e vento hanno ostacolato le ricerche nel pomeriggio di ieri impedendo un intenso utilizzo di droni e battute con elicottero.

Cane molecolare

Reso vano dalla pioggia l’utilizzo del cane molecore, in grado di ritrovare tracce anche dopo molto tempo dal passaggio della persona. Purtroppo le precipitazioni hanno però impedito all’animale di poter fare correttamente il suo lavoro.

Era andato a controllare il gregge

Beitone era andato alla Vardetta mercoledì  per controllare il suo gregge di mucche, ritrovato, all’arrivo dei soccorritori, nei pressi della chiesa e della baita. Non si hanno tracce neppure del cane da pastore del margaro.

Leggi anche:  Una lite forse dietro la morte di Giordana

Gli unici elementi sono l’auto rinvenuta e i segni evidenti del passaggio dell’uomo nella baita. Da oggi potrebbero ripartire i rilievi erei.

Temperature troppo basse

A creare preoccupazione sono anche le temperature decisamente calate, considerando poi che l’uomo ha trascorso ormai due notti all’addiaccio Al momento, in quota, si registra una buona visibilità, che quindi potrebbe rendere possibile i rilievi aerei.

LEGGI ANCHE: Scompare tra i sentieri a Paesana. Notte di ricerche per un sessantacinquenne