Germano Sciandra, 65 anni, ex commerciante di Mondovì, venerdì 5 luglio 2019 è entrato nel negozio di articoli sportivi dell’ex socio Marco De Angelis, 56 anni, imprenditore cuneese, uccidendolo con due colpi di pistola, per poi togliersi la vita con la stessa arma.

Il passato

Il movente sarebbe legato al rancore, col tempo divenuto odio e ossessione, da parte di Sciandra nei confronti di De Angelis.

I due protagonisti di questa triste sono erano soci in affari negli anni ’90, con un terzo socio avevano fondato il primo «Dimo Sport» in via Vittorio Amedeo, nel centro di Cuneo. Sciandra aveva investito molti risparmi in questa attività di cui era amministratore. dopo l’uscita di scena del terzo socio, De Angelis aveva acquisito le quote  proseguendo con successo la carriera da solo.

Oltre al negozio, era anche proprietario e socio di palestre, immobili, terreni, e un fabbricato che ospita una discoteca a Borgo San Dalmazzo.

Diverso il percorso di Sciandra il quale aveva aperto un negozio di arredamento a Mondovì. Tra i due nessun rapporto per almeno vent’anni, nessuna telefonata anche se Sciandra deve aver attribuito a quell’uomo la casusa del suo malessere, mai manifestato a nessuno.

Un rancore profondo 20 anni

Un rancore profondo, tenuto segreto agli altri per 23 anni ma che ha preso vita su un diario tenuto dall’omicida suicida. Su quelle centinaia di pagine emerge una disperazione infinita, pagine in cui l’ex commerciante descrive la sua vita e il suo malessere. Giovedì ha portato una parte di quei fogli nel negozio di De Angelis, dove ha anche lasciato un «indizio», rinvenuto dai carabinieri, descrivendo dove trovare gli altri scritti in casa a Mondovì.

Forse per spiegare la decisione di uccidere e poi suicidarsi, che secondo gli inquirenti era stata premeditata da tempo. 

Il medico legale che ha eseguito l’autopsia su Marco De Angelis ha riscontrato che la vittima è stata colpita da due colpi di pistola: il primo lo ha preso di striscio, il secondo invecee, quello al cuore, gli ha causato la morte.

Leggi anche:  Nuova frana sull'A6, chiusa la Torino Savona

Oggi i funerali

Il procuratore Alberto Braghin ha dato il nullaosta per i funerali di Marco De Angelis che si terranno oggi, lunedì 8 luglio 2019  alle 15,30, in Duomo. La vittima lascia la moglie Mirella Basso e la figlia Paola, i genitori Giuseppe e Irene, e la sorella Claudia.

Ieri l’autopsia sul corpo di Germano Sciandra, ancora da fissare le esequie.

 

LEGGI ANCHE: Entra in un negozio, spara tre colpi di pistola al titolare poi si uccide. E’ successo a Cuneo.