La truffa passa attraverso i kiwi. Uno dei tanti metodi che chi vuole delinquere, può scegliere

Venti tonnellate

Venti tonnellate del prodotto agricolo spariti nel nulla, ma che hanno fruttato ai malviventi ben 30mila euro. A farne le spese un produttore di Revello, G.R. che a seguit della denuncia ha coinvolto gli autori della frode L.P. titolare di azienda di export di Salerno e D.T. proprietario di una ditta di trasporti di Pagani.

Acquirenti ignari

Sarebbero una ventina le vittime della vicenda.  Mediante un tramite  L.P. avrebbe acquistato la frutta che doveva poi arrivare  ad aziende polacche, spagnole e tedesche realmente esistenti. Particolare curioso era che queste aziende non sapevano nulla dell’acquisto. La merce prelevata a Revello spariva nel nulla, le tracce si perdevano in un magazzino di Cormano.

Aziende truffate risarcite

Era toccato po a N.V.,che aveva agito da intermediario, risarcire le aziende truffate. Infatti, come ha dichiarato in Tribunale ha dovuto farlo per poter continuare a lavorare. Prossima udienza il prossimo 10 dicembre 2019.