Cercatore di funghi disperso nel cuneese, notte di lavoro per il soccorso alpino che lo hanno portato in salvo come riporta ilcanavese.it

Cercatore di funghi disperso nel cuneese

Nella serata di lunedì 7 ottobre un cercatore di funghi E.C. 43 anni di Boves (Cn) è caduto procurandosi una lesione alla spalla nei boschi sopra Roaschia, in Valle Gesso (Cn). Visto il sopraggiungere del buio e l’impossibilità a proseguire anche a causa della perdita di orientamento l’uomo ha deciso di rimanere fermo sul posto finché i famigliari, non vedendolo rientrare, hanno lanciato l’allarme.

I soccorsi

Si sono mobilitati i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri. Le grida di aiuto hanno permesso di localizzare e raggiungere il disperso intorno a mezzanotte in una zona impervia tra boscaglia e salti di roccia, nel vallone del Van a quota 1400 m circa.

Portato in salvo

Fortunatamente l’uomo non aveva riportato altre lesioni oltre alla presunta lussazione della spalla ed era in grado di camminare. I tecnici del soccorso alpino hanno fissato corde corde fisse per una lunghezza oltre un chilometro, con le quali l’uomo ha potuto procedere in sicurezza verso valle fino a raggiungere la strada carrozzabile. Visitato dal medico del Soccorso alpino, è stato poi trasportato in ambulanza all’ospedale di Cuneo per accertamenti più approfonditi. L’intervento al quale hanno partecipato più di 30 persone si è concluso alle 2.30 di questa mattina.

Leggi anche:  Evasione dagli arresti domiciliari, si è costituita la donna omicida di Paroldo

x