Anziano abbandonato in pronto soccorso dalla figlia che doveva partire per le vacanze.

Anziano abbandonato in pronto soccorso

Abbandona l’anziano padre al pronto soccorso per trascorrere il fine settimana al mare. Come riportano i colleghi de La Nuova Periferia, è quanto successo nel pomeriggio di giovedì 27 giugno all’ospedale di Chivasso, nel torinese. Intorno alle due, in quello che si è poi rivelato essere tra i giorni più torridi dell’anno, una donna è entrata in reparto spingendo una carrozzina con sopra l’anziano genitori. Un uomo di un’ottantina d’anni, non certo nelle condizioni migliori anche a causa delle temperature.

La storia

Stando al racconto di alcuni testimoni, dopo aver sistemato la carrozzina accanto alle sedie della sala d’attesa la donna avrebbe detto al padre: «Aspettami un attimo, vado a spostare la macchina e torno».
Da quel momento, nessuno l’ha più vista.
Dopo cinque ore, intorno alle 19, l’uomo è stato notato da un’infermiera che gli ha chiesto cosa facesse in ospedale: «Aspetto mia figlia», la sola risposta.

Leggi anche:  Padrino e fruttivendolo voleva far soldi per la 'ndrangheta coi biglietti della Juve

La figlia era in Liguria

A questo punto, altri pazienti in attesa hanno capito cosa fosse successo, e hanno raccontato al personale dell’Asl To4 la storia dell’anziano. Prima, nessuno di loro avrebbe anche solo potuto immaginare una situazione del genere.
Dopo una serie di verifiche, dall’Asl è partita una telefonata al cellulare della donna, che rispondendo ha ammesso di essere già in Liguria, nei dintorni di Savona, per trascorrere qualche giorno al mare.

L’epilogo

Sull’epilogo della vicenda vige il massimo riserbo, e anche se non sembrano esserci gli estremi per una denuncia per «abbandono di incapace». Il nonnino, comunque, risultava in buone condizioni e dopo una visita è stato affidato ad un altro familiare.