Il giovane campione, figlio di genitori romeni, è nato a Cuneo, oggi ha 17 anni, si tuffa da quando ne aveva 5. Da oltre due anni attende l’esito della richiesta di cittadinanza italiana.

Vicecampione italiano assoluto di tuffi

Per Eduard Timbretti Gugiu, questo il suo nome, le competizioni internazionali rimangono un sogno perchè per lui, nato a Cuneo da genitori romeni il 18 giugno del 2002, già vicecampione italiano assoluto di tuffi dalla piattaforma di 10 metri, perchè ufficialmente non può vincere titoli nazionali e nemmeno gareggiare all’estero rappresentando l’Italia.

Lo scorso weekend, alla piscina del Foro Italico di Roma, dove si è svolta la finale del «Gran Premio Azzurri d’Italia», ha ottenuto grandissimi risultati nella categoria Junior. Un’ottima prestazione da tutte e tre le altezze, che ha permesso al campione di tornare a casa con un ricco bottino arrivando secondo conquistando l’oro sia dal trampolino di 3 metri sia dalla piattaforma di 10 metri, confermandosi un indiscusso talento.

Leggi anche:  Addio a Laguzzi il costruttore edile della Cuneo moderna

Un sogno: Olimpiadi di Tokyo 2020

La speranza, ora, è ottenere la cittadinanza il prima possibile, per non perdere altri impegni internazionali. Se la otterrà, farà parte della rappresentativa azzurra e potrà iniziare a lavorare per  le Olimpiadi di Tokyo 2020.

LEGGI ANCHE:  Campione di tuffi non può salire sul podio perché senza cittadinanza. “Ogni volta che vinco è come se diventassi un fantasma“.