Sciopero generale dei dipendenti pubblici di tutti i comparti del Pubblico Impiego

Sciopero generale di tutti i comparti del Pubblico Impiego

Sciopero generale dei dipendenti pubblici di tutti i comparti del Pubblico Impiego, compresi i lavoratori della scuola, dei vigili del fuoco e i lavoratori precari di qualsiasi tipologia contrattuale proclamato, per l’intera giornata di venerdì 10 maggio 2019, dall’Associazione Sindacale USB P.I. – Unione Sindacale di Base Pubblico Impiego.

L’Associazione Sindacale USB P.I. – Unione Sindacale di Base Pubblico Impiego ha proclamato lo sciopero generale nazionale dei dipendenti pubblici in tutti i comparti del Pubblico Impiego, compresi i lavoratori della scuola, dei vigili del fuoco e i lavoratori precari di qualsiasi tipologia contrattuale per l’intera giornata del 10 maggio 2019.

Le motivazioni

Lo sciopero in particolare è stato indetto, per la previsione, nel prossimo Def (il documento di programmazione finanziaria del Governo) delle risorse necessarie per aumenti contrattuali che consentano il recupero del potere d’acquisto perso dai salari dal 2009 a oggi; contro la legge delega per il miglioramento della Pubblica amministrazione, nonché per un piano di assunzioni straordinario che determini una diminuzione dei carichi di lavoro.

Servizi pubblici essenziali garantiti

Pertanto, avuto riguardo al vigente accordo sui servizi pubblici essenziali da garantire in caso di sciopero, si segnala che, da parte del Comune di Cuneo, saranno erogati i seguenti servizi:

 

 

Attività da garantireUnità lavorative
Stato civileRicevimento delle registrazioni di nascita e di morte.1 unità amministrativa
ElettoraleAttività prescritte in relazione alle scadenze di legge per assicurare il regolare svolgimento delle consultazioni elettorali dalla data di pubblicazione dei comizi elettorali sino alla consegna dei plichi agli uffici competentiTutto il personale dell’Ufficio Elettorale e quello di supporto appartenente ad altri servizi
Cimiteri e funebriTrasporto, ricevimento ed inumazione delle salme.3 operatori, 2 Esecutori tecnici e 1 unità amministrativa.
Polizia municipaleSvolgimento delle prestazioni minime riguardanti: attività richiesta dall’autorità giudiziaria e interventi in caso di trattamenti sanitari obbligatori; attività di rilevazione relativa  all’antinfortunistica stradale;  attività di pronto intervento;   attività della centrale operativa; vigilanza casa municipale;4 Agenti Polizia Municipale e 1 Istruttore direttivo Polizia Municipale.
Fornitura di luceRegolare fornitura dell’illuminazione2 Esecutori tecnici.
Rete stradalePronto intervento in reperibilità 24 ore su 24.1 Esecutore tecnico e 1 operatore.
Protezione civilePronto intervento in reperibilità 24 ore su 24.1 Istruttore direttivo tecnico oppure 1 Istruttore tecnico.
Asili nidoAttività educative, di assistenza e vigilanza dei bambini nonché preparazione e somministrazione dei pasti e pulizia dei localiPersonale educativo: il dirigente, viste le dichiarazioni di adesione o meno dello sciopero valuta la riduzione del servizio, comunicando alle famiglie le modalità di funzionamento oppure la sospensione del servizio (vedi art. 4 Accordo Collettivo Nazionale 19.9.2002).

Personale non educativo: 2 Esecutori tecnici (in caso di funzionamento del servizio)

RiscaldamentoRegolare accensione degli impianti1 Esecutore Tecnico oppure 1 Operatore
PersonaleErogazione degli assegni con funzione di sostentamento e compilazione delle distinte per il versamento dei contributi previdenziali se coincidente con l’ultimo giorno di scadenza di legge; tale servizio dovrà essere garantito solo nel caso che lo sciopero sia proclamato per i soli dipendenti dei servizi del personale, per l’intera giornata lavorativa e nei giorni compresi tra il 5 ed il 15 di ogni mese1 Istruttore direttivo contabile o 1 Istruttore contabile