L’ospedale di Savigliano, attraverso i due cardiologi Umberto Barbero e Mario Iannaccone, ha collaborato con la Società Europea di Cardiologia nello scrivere le linee guida in pazienti affetti da pervietà del forame ovale.

Cardiologia ospedale di Savigliano

Tale anomalia, presente nel 25% della popolazione sana, è dovuta a una non fusione delle due membrane che costituiscono il setto interatriale dopo la nascita. Frequentemente tale anomalia non dà alcun sintomo per tutta la vita, ma in alcuni casi può favorire il passaggio di embolo che determina un ictus ischemico.

Soddisfatto il direttore della Struttura di Cardiologia del SS. Annunziata, Baldassarre Doronzo:

“Il position Paper della società europea di Cardiologia è un importante riferimento clinico-diagnostico-terapuetico per tutti i cardiologi. Grazie a loro e a tutti i colleghi di Savigliano, la nostra Cardiologia ha aumentato notevolmente la produzione scientifica ed è ormai presente nei principali congressi e riviste scientifiche nazionali”.